L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Frosinone, si inaugura la sala teatro del carcere con il Macbeth portato in scena dai detenuti

Il 23 Luglio è il giorno del grande debutto per i detenuti-attori del Carcere di Frosinone sezione Alta Sicurezza che in circa due anni hanno partecipato ad una serie di laboratori teatrali organizzato dall’Associazione Culturale Korinem e della compagnia teatrale Errare Persona all’interno del progetto “KORINEM”-“INVISIBILI TEATRO”. Il progetto, che nasce come Officina Sociale della Regione Lazio e poi si è sviluppato grazie al  Bando regionale per le attività con i detenuti. Dopo circa due anni di lavoro e di studio di William Shakespeare e delle sue opere, i detenuti sono pronti a presentare il loro “Macbeth” presso la struttura detentiva aprendo ad un pubblico che non sarà solo quello del Carcere ma che vedrà la partecipazione anche di alcuni ospiti esterni.

«Da tre anni siamo riconosciuti come Officina Culturale dalla Regione Lazio ma già da prima, dal 2017, ci occupiamo di laboratori teatrali nel Carcere con l’obiettivo di portare tra i detenuti la nostra idea di teatro sociale - commenta Damiana Leone della compagnia Errare Persona –. Siamo molto soddisfatti di portare in scena questo Macbeth che è il risultato di un grande lavoro non solo nostro ma anche, e soprattutto, dei detenuti-attori e della collaborazione con gli educatori».

La messa in scena dell’opera sarà anche l’occasione per inaugurare la Sala Teatro che è stata realizzata grazie a fondi della Regione Lazio e con l’impegno dei detenuti guidati da Luigi Di Tofano insieme alla compagnia e alle associazioni parte del progetto “Korinem”. Grande soddisfazione per il lavoro emerso durante i laboratori del progetto anche dalla Direttrice del Carcere Dott.ssa Teresa Mascolo felice di poter inaugurare la sala teatro realizzata anche con fondi della Regione Lazio.

«Sono molto felice del risultato ottenuto dal progetto, il teatro e l’analisi delle opere è stato un modo per affrontare tanti temi diversi e far riflettere i detenuti accompagnati in un percorso collettivo dagli operatori che hanno saputo approcciare con grande qualità e sensibilità – conclude Damiana Leone. Sono, inoltre, soddisfatta di inaugurare, contestualmente allo spettacolo, anche la Sala Teatro. A testimonianza dell’importanza di questo progetto e della volontà di proseguirlo anche in futuro».

Per la realizzazione dello spettacolo si segnala e ringrazia la regia e direzione artistica di Damiana Leone, con la collaborazione di Anna Mingarelli, allestimento e luci Luigi Di Tofano, assistente e riprese Giuseppe Treppiedi.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604