L'Inchiesta Quotidiano OnLine
comune comune

Afghanistan, Pop Cassino: «Il comune si faccia promotore di una rete di accoglienza»

Dal Movimento Pop Cassino riceviamo e pubblichiamo una nota sulla situazione in Afghanistan ed in particolare l'accoglienza dei profughi. 

«Le notizie provenienti dall'Afghanistan sono ogni giorno più drammatiche. Il continuo afflusso della popolazione di Kabul verso l'aeroporto mostra che ci sarà bisogno di una forte risposta in termini di accoglienza da parte dell'Europa e dei paesi membri. Ogni comune può e deve fare la sua parte. Chiediamo che il comune di Cassino si faccia promotore nel basso Lazio di una rete di accoglienza, in concerto con la prefettura, la regione Lazio e il ministero degli interni, per poter ospitare i cittadini afghani in fuga dal proprio paese. Ci piacerebbe inoltre che sia offerta la possibilità agli studenti e soprattutto alle studentesse afghane di proseguire i loro studi presso le scuole e l'università di Cassino. Crediamo inoltre che questo sia il modo migliore per onorare la memoria di Gino Strada, fondatore di Emergency morto pochi giorni fa. Ricordiamo che Emergency è una delle poche ONG che coraggiosamente mantiene la propria presenza in Afghanistan dal 1999. Saremmo poi contenti se questa mozione sull'ospitalità dei profughi afghani incontrasse l'approvazione di tutto il consiglio comunale, insieme alla possibilità di intitolare simbolicamente una via o una struttura a Gino Strada e Teresa Sarti (cofondatrice di Emergency oltre che moglie di Gino Strada stesso) ricordandoli insieme come simbolo di impegno contro le guerre e le ingiustizie».

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604