L'Inchiesta Quotidiano OnLine
La Compagnia dei Carabinieri di Cassino La Compagnia dei Carabinieri di Cassino

Cassino, piazza violenta. Gli appelli alle autorità di Gioventù Nazionale e Giovani Socialisti

Maggiori controlli da parte delle istituzioni e  convocazione urgente del tavolo comune-organizzazioni giovanili. E’ quanto chiedono all’amministrazione comunale i giovani impegnati in politica a margine dei tre episodi di violenza verificatesi ieri sera nel centro di Cassino. 
«Avrei voluto augurarvi il buongiorno ed una buona Domenica -scrive in una nota Chiara Trotta, presidente di Gioventù Nazionale-. Tuttavia, oggi non è affatto un buongiorno se la Domenica mattina continuiamo a svegliarci apprendendo di notizie drammatiche e preoccupanti riguardanti i nostri giovani ed il nostro territorio! Non è un buongiorno se si continua a non fare niente. Non è un buongiorno se non vengono tutelati i nostri concittadini. Non è un buongiorno se la piazza dove abbiamo trascorso momenti lieti ed indimenticabili della nostra gioventù continua ad essere teatro di risse ed attività di spaccio».

E aggiunge: «Il racconto di Giorgio Pistoia, sempre attento a portare all’attenzione pubblica le problematiche della nostra città e che tutti dovremmo ringraziare per il grande lavoro svolto, ci lascia basiti e preoccupati. Sembra un film, una realtà lontana anni luce della nostra società e dal nostro “mondo”, eppure altro non è che la triste realtà. Una realtà dove cittadini e giovani invocano a gran voce maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine, in quanto non adeguatamente tutelati e protetti dalle Istituzioni. 

L’amministrazione di Cassino cosa sta facendo a riguardo? Non possiamo più fare finta di niente! Bisogna svegliarsi, Piazza Labriola non può continuare ad essere un luogo così pericoloso. Bisogna agire il più presto possibile, non possiamo permetterci di piangere una giovane vittima perché non ci sono controlli. Tutto ciò si può e si deve evitare, ad ogni costo! È tanta, troppa, la preoccupazione tra quei genitori i cui figli escono la sera e rischiano di essere coinvolti in episodi spiacevoli che non fanno parte di una società ‘’civile’’».

Subito dopo lancia l’appello: «Da presidente di Gioventù Nazionale Cassino, chiedo all’amministrazione di Cassino una costante attività di monitoraggio e coordinamento tra Comune e Prefettura, e mi attiverò per richiedere un incontro che dia impulso ad una strategia di maggiore attenzione per il nostro territorio.  Cercheremo, in ogni sede e con ogni strumento a nostra disposizione, di rappresentare le esigenze di un territorio in cui l’ordine e la sicurezza pubblica sembrano ormai pura utopia».

Sulla vicenda intervengono anche i Giovani Socialisti di Cassino che, in un comunicato, chiedono al sindaco Enzo Salera e all’assessore alle Politiche Giovanili la convocazione urgente del tavolo comune-giovani: «Gli episodi di violenza accaduti ieri sera a Cassino, che, nel caso più rilevante, hanno visto il pestaggio di un giovane per aver  preso le difese di sua sorella, non possono essere sottovalutati e ridimensionati. Si tratta di avvenimenti, gli ennesimi, che mettono a nudo il radicato disagio sociale che affligge i giovani della città di Cassino. Un disagio che si è acuito in questi due anni di pandemia e al quale non è stata posta la dovuta attenzione.

Sappiamo che l’amministrazione comunale, nella persona dell’attento assessore alle Politiche Giovanili Luigi Maccaro, ha messo in campo - e di questo lo ringraziamo - numerose iniziative volte a monitorare e a combattere le difficoltà e il malessere delle nuove generazioni, ma riteniamo che nelle politiche giovanili manchi il giusto coinvolgimento proprio dei più giovani. Per questo chiediamo all’assessore Maccaro e al sindaco Enzo Salera di convocare urgentemente il tavolo con le organizzazioni giovanili delle città, riunitosi per la prima ed ultima volta a febbraio scorso» concludono.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604