L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Rossella Di Nardi Rossella Di Nardi

Aquino, l'assessore Di Nardi fa il punto sulle bollette a rettifica della Tari: ridotto il tributo

L’Assessore ai tributi del Comune di Aquino, Rossella Di Nardi, fa chiarezza sulla recente vicenda TARI. “In questi giorni stanno arrivando ad alcuni contribuenti le bollette “a rettifica” di quelle (errate) pervenute tra la fine di agosto ed i primi giorni di settembre. E’, quindi, opportuno fare un po’ di chiarezza sulla questione, prendendo spunto dagli atti di ufficioQuest’anno l’Amministrazione – come promesso – ha sensibilmente ridotto la TARI e tutti i cittadini possono verificarlo raffrontando la bolletta 2021 con quella del 2020".

"Si è trattato della più grande operazione di riduzione del tributo mai effettuata in Aquino, anche in considerazione del fatto che in tutti i paesi viciniori la TARI è rimasta invariata, se non – in molti casi – addirittura aumentata. Si pensi che su 2084 utenze domestiche, il 90 % (1875 utenze domestiche) ha beneficiato di una riduzione TARI 2021 che – secondo i diversi parametri di legge – varia da euro 10,00 ad euro 450,00, con una media complessiva stimata in euro 100,00,  media addirittura superiore a quella in prima battuta ipotizzata.  Il residuo 10% ha avuto la bolletta TARI 2021 sostanzialmente coincidente con quella del 2020 e ciò per ragioni tecniche dovute alle particolari combinazioni tra numero di componenti e superficie".

"Quanto alle utenze commerciali, complessivamente pari a 199, ben 142 utenze non domestiche (72%) hanno avuto una riduzione della TARI 2021, mentre il residuo 28% (57 utenze) ha subito un aumento (da 10 a 60 euro) solo perché rientrante nelle categorie di legge “più penalizzate” dai coefficienti ARERA (ortofrutta; supermercato; studi professionali ecc). Ovviamente quale Assessore ai tributi proporrò, nei prossimi giorni, atto di indirizzo per concedere agevolazioni proprio alle utenze commerciali, in termini di sgravi tributari per complessivi euro 27.000,00 circa, oggetto di finanziamento statale, così da sostanzialmente azzerare anche quei piccoli aumenti legati – come detto – ai parametri inderogabili previsti dalle vigenti disposizioni".

"Questi i fatti, il resto sono chiacchiere, artatamente messe in giro da chi per anni si è lamentato delle tasse troppo alte, ma, al contempo, ha di fatto sempre difeso i maxi evasori, peraltro osteggiando anche l’esternalizzazione del servizio di riscossione tributi. Ci terrei a rappresentare, al contrario, che questo importante intervento di riduzione della TARI è stato possibile proprio perché sono stati utilizzati 200.000,00 euro di tributi evasi negli anni precedenti e recuperati dalla concessionaria".

"In conclusione: se pagano tutti, tutti pagano di meno. Mi spiace di chi, anche sfruttando qualche errore degli uffici, che – sia chiaro - non si sarebbe dovuto verificare! – pur di fronte all’importante risultato della riduzione della TARI, continua a chiacchierare esclusivamente dell’errore commesso dall’Ufficio sugli importi sbagliati pervenuti in prima battuta ad alcuni contribuenti.”

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604