L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Cassino, l'associazione Fiamma Frusino ricorda la studentessa istriana Cossetto violentata e seviziata dai titini

"Dopo quanto successo nei giorni scorsi a Cassino, dove l'attuale amministrazione ha deciso di annullare quando deliberato dalla giunta D’Alessandro circa l'intitolazione del Largo teatro Romano ai Martiri delle Foibe, l’Ass. Militante Fiamma Frusino insieme a tantissimi cittadini e senza colori di partito  ha deciso di ricordare proprio a Cassino, nel luogo negato, a Norma Cossetto, violentata, seviziata e poi infoibata dalle bestie partigiane comuniste di Tito su segnalazione di psudo comunisti italiani solamente perché fiera della  sua italianità": lo si legge in una nota degli attivisti e promotori.

"Nel contempo,  non possiamo non ricordare l'ennesimo scivolone della Giunta Salera, una Giunta quanto mai infelice quando si tratta di ricorrenze storiche e sempre in maniera estremamente di parte, come in occasione della  "glorificazione" dei Francesi avvenuta alcuni mesi fa, illuminando di blu la Rocca Ianula senza ricordarsi di ciò che fecero le loro truppe coloniali, portando  in queste terre il vero Terrore, quelle violenze ancora chiedono vendetta e chi di dovere ha pensato bene di stendere da troppi anni un vergognoso oblio, non per NOI, saremo sempre una spina nel fianco riguardo  queste tragedie  contro il genere umano, soprattutto verso le Donne. Un ringraziamento particolare a tutte le Forze dell’Ordine al Dott. Giuseppe Pacitto al Cav Tivinio Maurizio, alla dott Elisa De Rosa e Sergio Arduini presidente dell’ass.ne Fiamma Frusino", conclude la nota.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604