L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Paola Villa Paola Villa

Formia, l'ex sindaco Villa: bene il comodato d'uso alla Guardia di Finanza dell'immobile sequestrato ai Bardellino

"Ottima notizia quella che il comune di Formia abbia dato in comodato d'uso gratuito uno degli immobili confiscato alla famiglia Bardellino, alla Guardia di Finanza per ricavarne alloggi per il personale in servizio. In realtà in Via Giorgio La Pira, gli immobili confiscati sono tre e quelli di proprietà alla famiglia Bardellino sono quattro, ma uno di questi in anni addietro, quando per una parentesi furono dissequestrati, perché non ancora confiscati, fu intestato alla moglie di Ernesto Bardellino,, incensurata e quindi successivamente non oggetto di confisca ed oggi residenza della famiglia. Uno dei tre appartamenti nel 2019 fu oggetto di un bando regionale al quale come amministrazione partecipammo e vincemmo, denominato "Abitare la vita", e si ottennero circa €64.000,00 euro per ristrutturare uno degli appartamenti e indirizzarlo a scopi sociali": lo ricorda l'ex sindaco di Formia, Paola Villa.

"Dal 2019 fu lungo l'iter, faticoso l'assegnazione dei lavori, ma a dicembre 2020 finalmente si sblocco' la situazione e i lavori assegnati. Tutto, quando ruota intorno a questi beni, diventa complicato e difficile. Pertanto speriamo che presto anche questo appartamento, già ristrutturato, diventi centro di servizi sociali per la collettività, ad esempio potrebbe essere assegnato alla Caritas diocesana per allestire ambulatori medici o odontoiatrici, dopo una dovuta manifestazione di interesse, come prevede la norma sui beni confiscati. Il sequestro di questo complesso immobiliare è stata una grande vittoria per lo Stato", aggiunge l'ex primo cittadino.

"La famiglia Bardellino - spiega la professoressa Villa - residente a Formia dagli anni '80, ha trasferito i suoi affari e interessi economici nella nostra città, soprattutto dopo la presunta morte in Brasile del capostipite Antonio Bardellino, ha instaurato rapporti con altri personaggi ambigui locali, come evidenziato da inchieste come "Formia Connection" e "Operazione Golfo", avrebbe instaurato rapporti anche con il capoluogo della provincia, attraverso i Di Silvio, come dichiarato dai pentiti Riccardo e Pugliese nei diversi processi in atto sulla mafia pontina e come si evince dai rapporti semestrali della DIA, ogni anno".

"Bella storia - conclude l'ex sindaco -, questo unico appartamento rimasto alla famiglia Bardellino, circondato da agenti della guardia di finanza, una storia che la nuova amministrazione, tutta, dovrà garantirne la sostanziale operatività e reale vittoria dello Stato".

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604