L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Frosinone, 8° CPIA: Pugni nello stomaco, la violenza di genere raccontata dagli uomini

Il 25 e il 26 novembre, in collaborazione con l’8° CPIA Provincia Frosinone, grazie all’attenzione al tema dimostrato dalla DS prof.ssa Maria Incoronato, in occasione della Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, l’associazione Tutto un altro genere promuove un incontro di formazione con gli studenti del Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti di Frosinone.

Le attività, coordinate dalle docenti con incarico di Funzioni Strumentali Annarita Capuano, Antonella Colella e Annamaria Manni, saranno guidate dalla presidente Valentina Cavalletti, dal vice-presidente Vincenzo Schirru e dalle socie Michela Cesaretti Salvi e Paola Iacobone. I due incontri si terranno nella sede di Frosinone e con le classi delle sedi territoriali di Sora, Cassino e Pontecorvo connesse da remoto.

Verranno letti brani tratti dal reading “Pugni nello stomaco. La violenza sulle donne raccontata dagli uomini” che l’associazione porta avanti dal 2012 con il fine di spezzare il silenzio degli uomini sulla violenza di genere e favorire l’adozione di modelli sani di mascolinità tra le nuove generazioni, come indicato dalle Nazioni Unite. “Pugni nello stomaco” vuole dimostrare che la violenza sulle donne non è un fenomeno ineluttabile, ma il prodotto preciso di stereotipi e pregiudizi che gli uomini per primi devono saper riconoscere e combattere.

Alle letture saranno inframezzate attività laboratoriali con gli studenti e le studentesse sui diritti delle donne, sul lavoro domestico, sugli stereotipi e sulla violenza di genere. Verrà riservata una attenzione mirata alle tematiche dell’interculturalità, lasciando spazio alle riflessioni e istanze presentate dai partecipanti all’incontro, certi che la violenza sulle donne non è un problema delle donne. Al Cpia 8 di Frosinone la valorizzazione della differenza di genere e le azioni positive volte a contrastare ogni forma di violenza contro le donne non sono una novità in quanto tali tematiche sono parte integrante e significativa del Piano dell'offerta formativa triennale dell'Istituto.

In questa ottica si muove anche l’associazione Tutto un altro genere, che lavora da anni per la costruzione di una narrazione maschile contro la violenza sulle donne, attraverso la letteratura, il teatro e la musica, utilizzati nelle piazze, in carcere o a scuola per la decostruzione degli stereotipi e la costruzione di una nuova narrazione. Attualmente l’associazione, in collaborazione con l’Associazione Montessori di Brescia, sta realizzando il progetto “Scuola a zero stereotipi”, sorto dalla convinzione che sia necessario formare i formatori e le formatrici per puntare a un’educazione delle future generazioni “a zero stereotipi”.

La violenza sulle donne è un fenomeno trasversale che non conosce confini di età, classe sociale, livello di istruzione, luogo geografico. È il frutto di pregiudizi e stereotipi duri a morire. È spesso il risultato di relazioni squilibrate, in cui si scambia per amore ciò che amore non è. Per prevenire e combattere la violenza non basta allora agire sulle donne: serve la collaborazione degli uomini e la partecipazione attiva della Scuola sul territorio per formare informare e prevenire.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604