L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Rete Studenti Medi e Fiom, in Sala Restagno anche una rappresentanza di lavoratori Gkn

"Insorgiamo con GKN e Stellantis". E’ il monito che sta animando l’assemblea della Rete degli Studenti Medi, che si sta svolgendo nella sala Restagno del municipio. I ragazzi della più grande organizzazione studentesca della provincia, hanno infatti deciso di uscire dai confini del mondo di scuola e di guardare, con l’intraprendenza che li contraddistingue, anche ai problemi rilevanti che affliggono il territorio, perché un reale e serio sviluppo della scuola non può prescindere da una crescita economica, sociale e culturale del territorio.

L'evento ha visto alla presidenza Donato Gatti, segretario generale della Fiom di Frosinone e Latina. Sono intervenuti anche alcuni operai del Collettivo della GKN, l’azienda finita nell’occhio del ciclone per la clamorosa vicenda del licenziamento degli oltre 400 lavoratori dello stabilimento di Firenze. La protesta degli studenti, infatti, non è solo mirata alla salvaguardia dei posti di lavoro di Stellantis, ma va oltre: è orientata verso le logiche di profitto che muovono questa società, dove la vita di migliaia di lavoratori è condizionata dai criteri di mercato.

Per i ragazzi i due stabilimenti - Stellantis e Gkn appunto - sono accomunati da uno stesso triste destino: "Aunire le due fabbriche c'è l'arroganza delle proprietà, il tentativo di una delocalizzazione spietata ma soprattutto la produzione di semiassi Alfa Romeo che dalla GKN venivano inviati alla Stellantis di Piedimonte. Di fronte a una futura chiusura o comunque una notevole riduzione degli operai, non possiamo permettere che sparisca il più grande centro occupazionale della provincia. C'è il bisogno di lottare con gli operai perché loro sono i genitori degli studenti, che conoscono i nostri problemi come noi i loro, e perché noi siamo quelli che non avremo un lavoro. Entrambi siamo vittime di un sistema capitalista e c'è la necessità di superare questo sistema. L'assemblea vuole essere uno scambio di esperienze, nonché un appuntamento in cui discutere come dovrebbe essere portata avanti la lotta".

Ampio resocondo sull'edizione digitale de L'inchiesta - Quotidiano che sarà reperibile lunedì dopo le ore 17 all'indirizzo edicola.linchiestaquotidiano.it

Lorenzo Vita

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604