L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Di cani, gatti e di "leadersheep". Sì', avete letto bene

A mettere in fila tanti discorsi. A fare mille raccomandazioni e altrettanti appelli. E’ così che si rischia di generare un insieme di concetti che, ben che vada, vengono tritati e mescolati in quel tegame perfetto che è il web. Ci rosoliamo dentro ogni cosa, con i tempi di cottura di ognuno. Il risultato, di solito non è una pietanza. Ma un prodotto di sintesi. Accade così per i vaccini, per i contagi, per i no-vax. Succede altrettanto per tutti i moniti e gli appelli. Anche quelli papali, perché no 

La natalità langue? Coppie, non idolatrate cani e gatti, ma pensate a fare figli. 

La gravidanza vi è negata e le adozioni sono un percorso ad ostacoli? Autorità, rendetele più agevoli. Permettendo che si compia “una delle forme più umane di accoglienza”. Ma non si possono fare entrambe? Adottare un bimbo e liberare un cucciolo chiuso in gabbia, intendo. 

Ho percorso più della metà della mia esistenza. Ho partorito due volte. Per scelta e per fortuna. Ma ho anche accolto in casa prima della maternità uno Schnauzer e, dopo, altri tre cani tra meticci e un husky. 

E’ vero. Gli animali spesso mostrano una sensibilità che parte dell’umanità che conosco non ha neanche di striscio…ma non è per colpa loro se ci sono meno vagiti. Anzi, dove c’è un cane o un gatto di solito c’è anche un bambino. Che con loro cresce più sereno. 

E ancora, è proprio di oggi l’invito a pensare a quanta strada debbano fare ancora gli imprenditori per capire come si gestisce un’azienda. Con dentro i propri dipendenti. Il monito? La ricerca del bene comune implica coraggio, specie quando le scelte si scontrano con gli “obblighi imposti dai sistemi economici e finanziari”.  La soluzione? Vivere il proprio oneroso incarico con ‘autorità e servizio’. Immedesimandosi in chi lavora. Nel primo della classe come nell’ultimo della fila, par di capire. Avendo quello che il pontefice chiama “l’odore delle pecore”. Vale a dire mettendosi dietro, davanti o all’interno del gregge a seconda delle circostanze. Ma quanti sono pronti ad una “leadersheep” in nome della sussidiarietà?

Alzino la mano i coraggiosi, per favore. 

Rita Cacciami

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Stefano Di Scanno

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604