L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Terracina, agli arresti domiciliari il vicesindaco per Luna Park Suffer e Stadio Hermada

La Guardia Costiera ed i Carabinieri di Terracina. con l'ausilio di un'unità del Nucleo Cinofili carabinieri di Roma ed il supporto aereo del Nucleo Elicotteri carabinieri di Pratica di Mare, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Latina con cui sono stati disposti gli arresti domiciliari per il vicesindaco di Terracina e per un appartenente ad una nota famiglia locale di giostrai di etnia Rom.

L'indagine ha avuto origine da un approfondimento investigativo pertinente l'affidamento in gestione di una vasta area del porto di Terracina, che è, da oltre un ventennio, veniva utilizzata nel periodo estivo in via esclusiva per l'installazione del famoso Luna Park Suffer, su un'area di oltre 4mila metriquadrati, già sottoposta a sequestro preventivo nel mese di luglio 2021.

L'ordinanza eseguita stamane riguarda i reati di tentata estorsione e di istigazione alla corruzione commessi, rispettoivamente. ai danni di un dirigente comunale e del comandante della Guardia Costiera di Terracina. Oggetto di attenzione investigativa è stata anche la gestione dello stadio "Vittoria" del Borgo Hermada Calcio affidato in convenzione dal 2015 dal Comune di Terracina alla società sportiva Hermada, presieduta proprio dal vicesindaco cui sono contestati i reati di falso ideologico in atto pubblico, tentata truffa aggravata, e turbativa d'asta commessi al fine di ottenere finanziamenti pubblici stanziati per gli eventi calamitosi che, nell'ottobre 2018, colpirono il territorio di Terracina e per importi sproporzionati rispetto ai danni riportati dalla tribuna dello stadio.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604