L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Comitato Free Monte racconta la 'leggenda del bagno fantasma' da 40mila euro

Correva l’anno 2020 quando il Comune di Monte San Giovanni Campano impegnava una spesa di circa 40.000 euro per acquistare un avveniristico bagno pubblico auto pulente, auto sterilizzante dotato di tutte le comodità per gli utenti. E così fu che venne acquistato un bagno da una società del Nord Italia. Da allora però il bagno non è stato mai montato per volontà dell'ex sindaco Veronesi che inviò una missiva all'ufficio tecnico Lavori Pubblici spostando l'installazione di quel bagno da via Valle del Capoluogo in altra via prossima al nuovo fantasmagorico centro direzionale. 

Da allora non si hanno più notizie e la leggenda paesana vuole che quel bagno pubblico come un fantasma compare di tanto in tanto in un anfratto del Comune presso Carbonaro .  A fronte di quel bagno fantasma che è chiaramente inutilizzato, nessuna piazza del Comune e nessuna area verde è dotata di bagni pubblici forse perché i progettisti sono rimasti fedeli alle tradizionali "mete di paglia" e quindi i bagni li escludono dalla progettazione delle piazze, dalle aree verdi e perfino dai giardinetti pubblici. Tuttavia il Comitato Civico Free Monte vuole essere benevolo e dopo circa 18 mesi dall’inizio di quel procedimento amministrativo per l'acquisto e l’installazione di quel bagno pubblico si rivolge al Comune di Monte San Giovanni Campano chiedendo di installare quel moderno Vespasiano, pagato dai contribuenti, presso l’area verde Barbaroscia ubicata nella frazione di Porrino.

Il bagno pubblico renderebbe fruibile l'area verde in modo decoroso e si trasformerebbe in una spesa utile per la collettività. Ed infatti  il bagno pubblico a Porrino si può installare perché almeno in quella frazione c’è l’acqua dalle condotte 24 ore su 24. I bagni pubblici servirebbero anche negli altri centri abitati del Comune di Monte San Giovanni Campano ma bisogna fare i conti con l’acqua che è razionata da ACEA . Un bagno senza acqua diventa un problemino non trascurabile.

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604