L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il gruppo spontaneo di cittadini davanti al Tribunale Il gruppo spontaneo di cittadini davanti al Tribunale

Processo Mollicone, ultimo atto tra colpi di scena e attenzione mediatica. Sentenza in serata

«Ce ne vorrebbero tante di brave ragazze, coraggiose come Serena», sono le parole di alcuni cittadini che questa mattina hanno voluto manifestare la propria vicinanza alla famiglia Mollicone prima della lettura della sentenza per l'omicidio della studentessa di Arce. Al tempo stesso, il gruppo spontaneo di persone, provenienti da Aquino, Roccasecca, Esperia ed Arce, ha invocato giustizia per Serena. «Seguiamo questo caso con grande emozione da oltre 20 anni», hanno aggiunto. L'ultima udienza prima della sentenza è iniziata questa mattina poco dopo le 10,20 con un colpo di scena: il Pm Beatrice Siravo ha chiesto di far ammettere una nuova prova: l'escussione del parrucchiere che avrebbe tagliato i capelli a Marco Mottola prima del funerale di Serena e che - in un audio inviato a Gaia Fraioli, cugina della vittima - sostiene che l'imputato avrebbe avuto i capelli mesciati. Tutto ciò è nato da un post pubblicato su facebook dal consulente della famiglia Mottola, professor Carmelo Lavorino, teso a confutare la tesi accusarotia secondo la quale Serena sarebbe stata vista discutere con un ragazzo dai capelli mesciati prima della scomparsa. Giovane che, secondo la Procura, era Marco Mottola. La Corte, poi, si è ritirata per decidere sull'ammissione della prova che è stata rigettata. A seguire, una breve replica degli avvocati Mauro Marsella e Francesco Germani, difensori dei Mottola. Intorno alle 11,30 il Presidente Massimo Capurso si è ritirato in camera di consiglio con il giudice a latere Vittoria Sodani e gli otto giudici non togati. La tanto attesa sentenza è prevista in serata. In aula erano presenti giornalisti della stampa locale e nazionale. Grande, infatti, l'attenzione mediatica sul cold case. 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604