L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Moro (foto Fb Frosinone Calcio) Moro (foto Fb Frosinone Calcio)

Amichevole, Frosinone-Bari 1-0. Moro subito decisivo allo “Stirpe”

FROSINONE-BARI 1-0

FROSINONE (4-3-3): Turati; Oyono, Lucioni, Szyminski, Cotali; Rohdén, Lulic, Boloca; Ciervo, Moro, Caso. 

A disposizione: Marcianò, Palmisani, Kujabi, Parzyszek, Maestrelli, Satariano, Haoudi, Manzari, Tribuzzi, Kalaj, Selvini, Monterisi, Macej, Bracaglia, Cangianiello.

Allenatore: Grosso.

Bari (4-3-1-2): Frattali; Pucino, Di Cesare, Vicari, Dorval; D'Errico, Maiello, Maita; Botta; Antenucci, Cheddira. 

Allenatore: Mignani.

A disposizione: Caprile, Polverino, Gigliotti, Bianco, Paponi, Cangiano, Mallamo, Galano, Belli, Terranova, Benedetti, Scavone, Bosisio.

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido; Assistenti: Scatragli di Arezzo e Trasciatti di Foligno.

Marcatore: 12’ pt Moro (FRO).

 

Conferme, nuovi spunti e diverse note liete per Fabio Grosso nella terza uscita estiva del suo Frosinone. A differenza dei primi due test disputati nel ritiro estivo di Fiuggi al cospetto di formazioni locali, però, questo pomeriggio i giallazzurri hanno affrontato il Bari in una sfida decisamente più probante. Un vero antipasto della stagione che verrà. Al “Benito Stirpe” è finita 1-0 con un Leone ben messo in campo e artefice di una prestazione davvero incoraggiante. A brillare nella sfida contro i pugliesi è stato soprattutto Moro, autore del gol che ha sbloccato il parziale al 12’, regalando il successo ai suoi. Uno splendido colpo di testa che ha direzionato la sfera all’angolino destro con Frattali immobile, utile a coronare una prova densa di sacrificio. Bravo a legare il gioco e presente all'interno dell'area, conferme eloquenti delle enormi potenzialità in lui insite e che è pronto a sprigionare anche in cadetteria. Ma quella odierna è divenuta la prima occasione per testare il 4-3-3 con tutti gli interpreti della prima squadra, indisponibili a parte. Una formazione completamente rinnovata, a partire dalla retroguardia guidata con esperienza da Lucioni e blindata in porta da Turati, il quale ha corso davvero pochi rischi nel corso della prima frazione di gioco. Più impegnato, invece, nella ripresa con l’ex Maiello a rendersi pericoloso con una conclusione dal lato sinistro dell’area ben respinta e con Pucino che ha centrato una traversa su punizione. Bene Boloca nelle vesti di play, così come Ciervo e Caso, ali offensive di un Frosinone che ha fornito ottime risposte soprattutto sul piano fisico. Inevitabile girandola di cambi nel secondo tempo a scandire un caldo sabato di luglio che sorride al club di viale Olimpia.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604