L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Valeria Campagna (Latina bene Comune) Valeria Campagna (Latina bene Comune)

Latina, scuole. Il gruppo Lbc: pronti ad andare avanti, in bilancio ci sono le somme necessarie

Si è tenuto un incontro pubblico targato Latina Bene Comune per parlare di scuola. Dopo i saluti del presidente, e candidato Sindaco, Damiano Coletta, sono intervenuti i candidati al Consiglio Comunale. Tra questi gli ex Assessori Gianmarco Proietti ed Emilio Ranieri. Il primo ha dichiarato: “Ho lasciato l’assessorato finalmente animato da una progettualità chiara, basata su una visione di scuola moderna, attenta agli ultimi, inclusiva. Con la prima amministrazione Coletta abbiamo cercato di rovesciare il paradigma: il bambino, o la bambina, al centro. Non più il genitore. Bisogna superare la concezione del qui ed ora ed impostare un discorso di visione, anche di lungo termine, consapevoli che i risultati non si vedranno subito ma tra tanti anni. L’esempio è Torino, dove l’Assessorato alla Pubblica Istruzione lavora di concerto con le associazioni e le realtà territoriali proponendo corsi e percorsi culturali di livello. La scuola è una capitale invisibile, e bisogna metterla nelle condizioni affinché possa diventare un vero hub per ogni quartiere: un luogo di incontro, anche oltre gli orari scolastici, e di vera condivisione culturale. Importante in questo senso – ha concluso – procedere anche nella direzione della digitalizzazione e della informatizzazione”. 

Emilio Ranieri, invece, ha affrontato il discorso dal punto di vista dell’edilizia scolastica: “Che richiede tempi tecnici particolari – ha spiegato – e non tutto si può realizzare in un giorno. Eppure, siamo riusciti ad avviare un percorso importante, fatto anche di atti concreti: dal 2016 ad oggi sono stati spesi 4 milioni e 200 mila euro. 850 mila di questi sono stati spesi dal 2020 quando sono stati eseguiti tutti i lavori relativi all’anticontagio: ogni scuola è stata dotata di nuovi ingressi volti ad evitare gli assembramenti. Abbiamo iniziato – ha proseguito – anche un discorso di civilizzazione importante. Pensate che c’è una legge del 1992 che impone la messa in sicurezza degli edifici scolastici, Latina è sempre stata in deroga da questo punto di vista. Ci siamo posti noi il problema per la prima volta e la città avrà, finalmente, degli spazi sicuri: penso, oltre alla scuola, anche al teatro e alla biblioteca. Gli spazi sicuri – ha chiosato - non sono di LBC ma della comunità. Su questo non ci si dovrebbe dividere e speculare. Tutti dovremmo avere a cuore la risoluzione di problemi complessi”.

Hanno preso parola anche Valeria Campagna e Floriana Coletta. L’ex Capogruppo di LBC, ha riportato l’esperienza di questi anni in Comune ed in Provincia: “Ho parlato con tanti ragazzi e tante ragazze. La cosa che mi ha colpita è che più la situazione era difficile, in termini di servizi scolastici e di edilizia, più la voglia di riscatto era tanta. C’è molta voglia di dare una mano nella società civile, c’è molta voglia di bene comune, ed è da questo che bisogna ripartire. Abbiamo ereditato dei bilanci pessimi sul fronte scolastico, ma con un’amministrazione buona e diligente abbiamo iniziato a sistemare le cose. Ora possiamo andare avanti. In bilancio abbiamo molte risorse già stanziate, pensiamo modello scuola Social Impact, è tutto già predisposto. Possiamo iniziare ad implementare questi progetti già dal 5 settembre”.

Floriana Coletta, che ha avuto la delega alla partecipazione, ha riportato l’esperienza dei patti di collaborazione: “Uno strumento prezioso che ripensa alla relazione tra studente, genitore ed insegnante. Il patto siglato alla scuola di borgo Carso è solo il primo, vogliamo andare avanti e siglarne di nuovi con altri istituti comunali. Mi ha reso felice la disponibilità tra le parti: bambini, bambine, genitori e dirigenti scolastici. Ho visto grande entusiasmo e voglia di contribuire al bene comune. Ne sono orgogliosa. Particolarmente significativa – ha concluso – è stata poi l’esperienza del Consiglio Comunale dei bambini e delle bambine, confermato anche nella nuova consiliatura. Il bilancio è pronto all’uso anche per i più piccoli: abbiamo stanziato 200 mila euro per le aree gioco di diversi quartieri, tra cui Chiesuola e borgo Montello. Dal 5 settembre potremo finalmente realizzare tutte queste opere”.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604