L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Coreno Ausonio, si è concluso l'ambizioso progetto "La guerra in casa"

«Si conclude un progetto ambizioso che ha toccato tanti comuni della provincia. Grazie alla sinergia che si è riusciti a creare siamo riusciti ad organizzare 18 appuntamenti oltre ad una docu-serie dal titolo Racconta la Guerra. Il nostro ringraziamento va alla Regione Lazio che ha finanziato il nostro progetto, alla Provincia di Frosinone e agli altri comuni che hanno creduto nel nostro programma di iniziative che spaziavano dagli incontri nelle scuole alle escursioni sulla Linea Gustav, a rassegne teatrali e a convegni. Viviamo in un periodo storico in cui le persone che hanno vissuto quei tragici momenti della seconda guerra mondiale iniziano a non esserci più quindi il nostro deve essere un impegno importante per ricordare».

Con queste parole i rappresentanti dell’associazione Culturale Korinem, Strategie Comuni Aps e Compagnia Errare Persona commentano il lungo cartellone di eventi “La guerra in casa”, da loro ideato, e che ha avuto il patrocinio della Provincia di Frosinone e Provincia Creativa, dei Comuni di Ausonia, Castelnuovo Parano, Castro dei Volsci, Ceccano, Coreno Ausonio, Esperia, Pico e San Giovanni Incarico. “A tutti loro, e soprattutto alla regione Lazio - dicono gli organizzatori -  va il nostro più sentito ringraziamento. Un grazie anche all'Istituto Comprensivo di Esperia, al CAI sezione di Esperia, e all'associazione Nazionale Combattenti e Reduci Federazione Provinciale”.

Il gran finale si è tenuto lunedì 8 agosto a Coreno Ausonio con lo spettacolo sulle Marocchinate “Ninetta e le altre” scritto e diretto da Damiana Leone ed interpretato da Damiana Leone, Anna Mingarelli e Francesca Reina. Il pubblico, con un lunghissimo applauso ha omaggiato le tre attrici. “Tante le emozioni durante la serata dedicata al caro amico Pompeo Terrezza, presidente provinciale dell’associazione Combattenti e Reduci che ha collaborato con noi a questa iniziativa e che è venuto prematuramente e improvvisamente a mancare” dice Gianfranco Onairda dell'associazione Korinem.

Dal pubblico un tributo allo spettacolo: “Una bellissima rappresentazione. Per troppo tempo crimini nascosti e tenuti in quarantena per ingiusta ipocrisia maschile di vincitori e vinti. Anche se con notevole, troppo ritardo, queste donne vanno riabilitate ed onorate. Massimo disprezzo a chi ancora oggi fa della donna vittima di guerra”.

 

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604