L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Foto dal profilo Fb di Accademia di Romania Foto dal profilo Fb di Accademia di Romania

Letterature dal Fronte, premiazione di Valeriu Nicolae. La cronaca di due alunne dell'IIS San Benedetto di Cassino

Spiritoso, autoironico, capace di coinvolgere e sensibilizzare gli studenti su tematiche sociali come la condizione di estrema povertà dei bambini rom di Bucarest. Questo è il carattere dello scrittore Valeriu Nicolae, vincitore del Premio internazionale “Città di Cassino – Letterature dal fronte” che abbiamo avuto l’opportunità di conoscere presso l’università degli Studi di Cassino, dopo aver letto e approfondito il suo interessante libro “La mia esagerata famiglia rom”.

All'incontro con l'autore che si è tenuto il 30 Settembre, hanno partecipato gli studenti di tutte le scuole superiori della nostra città animando la giornata con i loro interventi, ponendo domande allo scrittore ed intrattenendo piacevolmente gli ospiti con esibizioni musicali. Molto chiare e simpatiche le risposte del vincitore del Premio letterario alle nostre domande e curiosità che ci hanno fatto conoscere un aspetto della sua personalità che non immaginavamo. Abbiamo apprezzato la sua disponibilità ad interagire con noi studenti e la capacità di affrontare un tema così profondo con realismo ed estrema semplicità. Siamo state molto colpite dalla proiezione del video dal titolo " I bambini perduti di Bucarest" relativo alla sua attività di volontario che ci ha emozionato e fatto immedesimare nelle condizioni di vita delle famiglie rom. Mancanza di igiene, di acqua, riscaldamento, corrente elettrica, questa è la disarmante realtà che si è presentata ai nostri occhi.

Grazie all’attività di volontariato svolta dallo scrittore e alla creazione di una scuola, ai bambini viene offerta la possibilità di istruzione e di sottrarsi ad un destino già segnato di tossicodipendenza, prostituzione, violenza. Lo scrittore, rendendoci partecipi del progetto di accoglienza, di inclusione e di inserimento nella società, sin dall’infanzia, della comunità rom, ci ha invogliato ad orientare la nostra vita verso attività di solidarietà e volontariato. Dalle sue parole e dal suo sguardo, abbiamo compreso che rendere felici gli altri fa bene a noi stessi perché ci arricchisce, ci fa riflettere su quanto siamo fortunati, ci rende empatici ed altruisti. Coltivando queste doti, potremo uscire dal nostro guscio fatto di quotidiane sicurezze e aprire lo sguardo verso realtà dolorose che per essere migliorate, hanno bisogno anche del nostro piccolo contributo.

Federica Calao - Giada Zegarelli CLASSE V L S.S.S.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604