L'Inchiesta Quotidiano OnLine
La lettura della sentenza il 15 luglio 2022 La lettura della sentenza il 15 luglio 2022

Omicidio Mollicone, 3 mesi di proroga per le motivazioni della sentenza

Le motivazioni della sentenza di primo grado del processo per l'omicidio di Serena Mollicone, che ha visto gli imputati tutti assolti, non si conosceranno prima del mese di gennaio 2023. Il Tribunale di Cassino ha chiesto ed ottenuto una proroga di 90 giorni, a partire dalla metà di questo mese. 

Imputati tutti assolti.  Franco Mottola, ex comandante della caserma di Arce, considerato dai pm Siravo e Fusco ‘il regista’ dell’omicidio della 18enne Serena Mollicone, il figlio Marco, che secondo l’accusa ha fatto sbattere il capo della ragazza contro la porta dell’alloggio sfitto della caserma il primo giugno 2001, Anna Maria Mottola, che secondo la Procura ha “confezionato” il corpo della vittima, procurandone la morte per asfissia attraverso un sacchetto di plastica avvolto intorno alla testa, Vincenzo Quatrale, il luogotenente all’epoca in servizio nella caserma di Arce, secondo l’accusa luogo del delitto ed infine l’appuntato Francesco Suprano, l’unico accusato di favoreggiamento e per il quale la Procura aveva chiesto quattro anni di reclusione, sono stati scagionati da tutte le accuse. Lo scorso 15 luglio, dopo oltre otto ore di camera di consiglio, il giudice Massimo Capurso ha letto la sentenza.  

La Procura nella requisitoria aveva chiesto 30 anni per Franco Mottola, 24 per il figlio Marco, 21 per la moglie Anna Maria, 15 per Quatrale e 4 per Suprano.

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Stefano Di Scanno

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604