L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Paola Villa Paola Villa

Formia: Villa: "Sugli impianti di Acquacoltura dal Consiglio comunale di Gaeta solo retorica"

"Mercoledí 30 novembre, è stata l’ennesima giornata nera per l'ambiente del nostro territorio, per la salute dei cittadini e per la comprensorialità delle città del golfo: il Consiglio Comunale di Gaeta ha infatti approvato una delibera con la quale rimanda e rallenta sine die la delocalizzazione degli impianti di acquacoltura (allevamenti di pesci e filari di cozze) che da anni inquinano e deturpano coste e acque del nostro territorio.  Una decisione che va in contrasto non solo con la ormai nota, per essere rimasta inattuata, Delibera della Giunta Regionale, risalente al 2010, con cui il Golfo di Gaeta era stato indicato come area sensibile dal punto di vista ambientale, ma anche e soprattutto con la delibera di Giunta regionale di luglio e la Carta Vocazionale Acquacoltura che ha messo fine alla questione delle sperimentazioni e delle ipotesi, individuando le zone di mare territoriale idonee e precluse all'esercizio dell'attività di acquacoltura": l'attacco è di Paola Villa, consigliera comunale di Un'Altra Città- M5S. 

"In buona sostanza, all'intero Consiglio Comunale di Gaeta, Forza Italia, Fratelli d'Italia, PD e liste civiche, escluso il consigliere Silvio D'Amante, è evidente che non importa della qualità dell'acqua del nostro golfo, della salute e della vita dei cittadini. Con l’attuale gestione del Porto Commerciale di Gaeta e con gli allevamenti di acquacoltura (cozze e orate) è un dato di fatto che si sta distruggendo l’intera riviera di Levante, che parte dal quartiere "La Plaia" di Gaeta e va verso la spiaggia di Vindicio; si sta continuando a impoverire l'offerta turistica e la biodiversitá dell'habitat a esclusivo vantaggio di alcuni e di pochi posti di lavoro quando sappiamo bene che un golfo ambientalmente sostenibile darebbe molte più opportunità e vantaggi a tutti i cittadini. Si é trasformato in peggio, in molto peggio, il territorio".  

Villa conclude: "Il Consiglio comunale di Gaeta ha chiaramente detto che non "gliene frega nulla": Forza Italia, Fratelli d’Italia e PD di Gaeta se ne fregano di tutti noi... e chissà cosa diranno Forza Italia , Fratelli d'Italia e il PD di Formia... il sospetto che il Presidente della Commissione Ambiente del Senato, Fazzone, li metterà tutti d'accordo".

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Stefano Di Scanno

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604