L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Fabio Grosso (foto da frosinonecalcio.com) Fabio Grosso (foto da frosinonecalcio.com)

È il giorno di Südtirol-Frosinone, Grosso carica: «Bisogna continuare a spingere»

Roberto De Luca

 

Per la classifica, ma anche per il futuro. Oggi a Bolzano, contro il Südtirol, il Frosinone cerca conferme importanti. Proverà a farlo sull’onda lunga della sua attitudine a viaggiare forte ovunque, imponendo il proprio gioco con spiccata personalità al cospetto di qualsiasi avversario. Basi identitarie sulle quali i giallazzurri hanno costruito il loro attuale primato e sono reduci da sette risultati utili consecutivi, frutto di sei vittorie e un pareggio. Ma questa Serie B è un esame continuo e il peso della vetta occupata in classifica (+5 sulla Reggina e +8 su Genoa, Brescia e Parma) andrà verificato anche oggi. 

Caso e Grosso (foto da frosinonecalcio.com)
Caso e Grosso (foto da frosinonecalcio.com)

PARLA GROSSO - «Più passa il tempo e chiaramente diminuiscono le partite da giocare e il peso specifico di ogni gara diventa maggiore anche se siamo ancora distanti dall’arrivo. Ci sarà bisogno di pedalare». Le parole pronunciate ieri in conferenza stampa da Fabio Grosso suonano come un avvertimento ai suoi. È il momento in cui si deve continuare a spingere, cavalcando la positività di un presente bellissimo: «Può essere importante dare continuità, noi lo sappiamo bene e cercheremo di presentarci a Bolzano al massimo dei nostri livelli perché ci sarà bisogno di essere al top contro una formazione tosta, solida e generosa che viene da una lunga serie positiva e che sicuramente ci impensierirà». 

L'esultanza ad un gol di Rohdén (foto frosinonecalciomagazine.com)
L'esultanza ad un gol di Rohdén (foto frosinonecalciomagazine.com)

SORPRESA TRA I CONVOCATI - Tra i 25 convocati non figurano lo squalificato Mazzitelli e Kone. Presente, invece, capitan Lucioni nonostante il trauma contusivo alla gamba destra rimediato in allenamento martedì scorso. Un grande gesto di vicinanza al gruppo, da leader vero qual è l’ex Lecce. Sulla sua assenza, Grosso ha ovviamente esternato dispiacere ma, al tempo stesso, ha speso considerazioni di massima fiducia verso tutti gli interpreti del reparto difensivo, esaltando le qualità dei potenziali sostituti: «Lo dicevo all’inizio della stagione ai giocatori: arriva un momento in cui le cose succedono. Noi abbiamo bisogno di tutta la rosa, sempre. Perché il campionato è lungo, le partite sono difficili, perché ci saranno 3 gare nell’arco di una settimana. Perché serve un organico che si faccia trovare pronto. Dobbiamo alzare il livello individuale di ognuno dei giocatori per cercare di essere più bravi collettivamente. Abbiamo alternative valide: Szyminski, Kalaj, Monterisi sono tutti pronti per poter giocare e all’occorrenza abbiamo Sampirisi, Cotali che lo hanno fatto quel ruolo e lo sanno fare bene. Tutti pronti per giocare e dare il loro contributo. Dietro possiamo giocare a quattro, a tre e fare tante altre cose. L’importante è continuare ad essere protagonisti di questo campionato».

Fabio Lucioni (foto frosinonecalcio.com)
Fabio Lucioni (foto frosinonecalcio.com)

LA PROBABILE FORMAZIONE - Per quel che concerne la probabile formazione, si fa strada il ritorno al 4-2-3-1 con Turati in porta; Sampirisi, Szyminski, Ravanelli e Cotali a presidio della retroguardia; Lulic e Boloca in mediana; Rohdén, Garritano e Caso sulla trequarti alle spalle dell’unica punta Mulattieri (in ballottaggio con Moro). Fischio d’inizio alle ore 15, il Leone dopo il pari beffa col Cagliari vuole tornare a ruggire.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Stefano Di Scanno

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604